Sede Legale: c/o Reale Società Ginnastica di Torino 1844
    Via Magenta n.11 - 10128 Torino - C.F. 97604960019
    Cell. Presidente: 339.1916108
    E-mail: segreteria@unasci.com

    Codice IBAN per il versamento della quota di affiliazione:
    IT60 V 03359 01600 100000116901

Tiro a Segno Nazionale Sezione di Treviso

Anno di fondazione: 1868

Treviso (TV)

 Società Ginnastica Forza e Virtù a.s.d.

Anno di fondazione: 1892

Novi Ligure (AL)

Società Ginnico Sportiva Dilettantistica Spes

Anno di fondazione: 1903

Mestre (VE)

 Canottieri Adda 1891 Lodi a.s.d.

Anno di fondazione: 1891

Lodi (LO)

Reale Yacht Club Canottieri Savoia a.s.d.

Anno di fondazione: 1893

Napoli (NA)

 Tiro a Segno Nazionale Sezione di Catania

Anno di fondazione: 1884

Catania (CT)

Tiro a Segno Nazionale Sezione di Venezia Lido

Anno di fondazione: 1867

Venezia (VE)

 Tiro a Segno Nazionale Sezione di Savona

Anno di fondazione: 1884

Savona (SV)

Tiro a Segno Nazionale Sezione di L'Aquila

Anno di fondazione: 1888

L'Aquila (AQ)

 Tiro a Segno Nazionale Sezione di Civitavecchia

Anno di fondazione: 1884

Civitavecchia (ROMA)

Tiro a Segno Nazionale Sezione di Firenze

Anno di fondazione: 1859

Firenze (FI)

 Società Canottieri Caprera

Anno di fondazione: 1883

Torino (TO)

Circolo Canottieri Barion Sporting Club - Bari

Anno di fondazione: 1894

Bari (BA)

 Tiro a Segno Nazionale Sezione di Trapani

Anno di fondazione: 1884

Trapani (TP)

Circolo Sportivo Sant'Agostino

Anno di fondazione: 1910

Sant'Agostino (FE)

 Tiro a Segno Nazionale Sezione di Novara

Anno di fondazione: 1879

Novara (NO)

Tiro a Segno Nazionale Sezione di Domodossola

Anno di fondazione: 1884

Domodossola (VB)

 a.s.d. Ginnastica Levanto 1907

Anno di fondazione: 1907

Levanto (SP)

Società Ciclistica Pedale Veneziano

Anno di fondazione: 1913

Venezia (VE)

 Società Canottieri Baldesio a.s.d.

Anno di fondazione: 1887

Cremona (CR)

Società Canottieri Garda - Salò

Anno di fondazione: 1891

Salò (BS)

 Società Canottieri Pallanza

Anno di fondazione: 1896

Verbania (VB)

Società Canottieri Mincio coop. a r.l.

Anno di fondazione: 1883

Mantova (MN)

 Società Ginnastica Pro Vercelli 1892 a.s.d.

Anno di fondazione: 1892

Vercelli (VC)

Ski Club Torino

Anno di fondazione: 1901

Torino (TO)

 Tiro a Segno Nazionale Sezione di Rapallo

Anno di fondazione: 1884

Rapallo (GE)

Veloce Club Pinerolo a. s. d.

Anno di fondazione: 1894

Pinerolo (TO)

 Società Sportiva Signa

Anno di fondazione: 1914

Signa (FI)

Società Ginnastica Pro Patria 1883 Milano a.s.d.

Anno di fondazione: 1883

Milano (MI)

 Tiro a Segno Nazionale Sezione di Viterbo

Anno di fondazione: 1880

Viterbo (VT)

Società Canottieri "Esperia - Torino"

Anno di fondazione: 1886

Torino (TO)

 Lega Navale Italiana - Sezione di Venezia

Anno di fondazione: 1899

Venezia (VE)

Società Ginnastica Gallaratese a. s. d.

Anno di fondazione: 1876

Gallarate (VA)

 Ciclistica Centese A.S.D.

Anno di fondazione: 1911

Cento (FE)

Società Bocciofila Crimea a.s.d.

Anno di fondazione: 1892

Torino (TO)

 Tiro a Segno Nazionale Sezione di Ravenna

Anno di fondazione: 1862

Ravenna (RA)

Club Alpino Italiano - Sezione di Venezia

Anno di fondazione: 1890

Venezia (VE)

 Società Ginnico-Sportiva Fortitudo

Anno di fondazione: 1903

Reggio Calabria (RC)

Società Sportiva Lazio

Anno di fondazione: 1900

Roma (ROMA)

 A.S.D. Ginnastica ''Virtus et Labor''

Anno di fondazione: 1906

Melegnano (MI)

Circolo Canottieri Aniene a.s.d.

Anno di fondazione: 1892

Roma (ROMA)

 Ass. Polisp. Dil. Virtus Partenopea

Anno di fondazione: 1866

Napoli (NA)

U.S. Sempre Avanti Juventus s. d.

Anno di fondazione: 1904

Firenze (FI)

 Società Canottieri Milano a.s.d.

Anno di fondazione: 1890

Milano (MI)

Club Canottieri Roggero di Lauria

Anno di fondazione: 1902

Palermo (PA)

 Rari Nantes Cagliari a. s. d.

Anno di fondazione: 1909

Cagliari (CA)

Società Canottieri Sile

Anno di fondazione: 1908

Treviso (TV)

 Reale Società Ginnastica di Torino a.s.d.

Anno di fondazione: 1844

Torino (TO)

Tiro a Segno Nazionale Sezione di Velletri

Anno di fondazione: 1884

Velletri (ROMA)

 Moto Club Piacenza ''Celeste Cavaciuti''

Anno di fondazione: 1906

Piacenza (PC)

Società Torinese per la Caccia a Cavallo

Anno di fondazione: 1890

Orbassano (TO)

 Club Alpino Italiano - Sezione di Como

Anno di fondazione: 1875

Como (CO)

Reale Società Canottieri a. s. d. ''Francesco Querini''

Anno di fondazione: 1901

Venezia (VE)

 Circolo del Tennis Firenze a.s.d.

Anno di fondazione: 1898

Firenze (FI)

Tiro a Segno Nazionale Sezione di Leonessa

Anno di fondazione: 1905

Leonessa (RI)

 Società Canottieri ''Vittorino da Feltre'' a.s.d.

Anno di fondazione: 1883

Piacenza (PC)

Tiro a Segno Nazionale Sezione di Gardone Val Trompia

Anno di fondazione: 1883

Gardone Val Trompia (BS)

 Tiro a Segno Nazionale Sezione di Bologna

Anno di fondazione: 1862

Bologna (BO)

O.S.O. Oleggio Sportiva Oleggio a.s.d.

Anno di fondazione: 1914

Oleggio (NO)

 Lega Navale Italiana - Sezione di Cagliari

Anno di fondazione: 1902

Cagliari (CA)

Società Canottieri Luino a. s. d.

Anno di fondazione: 1888

Luino (VA)

 A. S. D. Costone
(Società Ginnastica Fides)


Anno di fondazione: 1904

Monteriggioni (SI)

S. E. F. Stamura A.S.D.

Anno di fondazione: 1907

Ancona (AN)

 Tiro a Segno Nazionale Sezione di Milano

Anno di fondazione: 1881

Milano (MI)

Yacht Club Italiano a. s. d.

Anno di fondazione: 1879

Genova (GE)

 A. S. D. ''La Fratellanza''

Anno di fondazione: 1874

Modena (MO)

Tiro a Segno Nazionale Sezione di Saluzzo

Anno di fondazione: 1882

Saluzzo (CN)

 Yacht Club Adriaco

Anno di fondazione: 1903

Trieste (TS)

Tiro a Segno Nazionale Sezione di Bari

Anno di fondazione: 1881

Bari (Palese) (BA)

 Tiro a Segno Nazionale Sezione di Palmi

Anno di fondazione: 1884

Palmi (RC)

Tiro a Segno Nazionale Sezione di Acqui Terme

Anno di fondazione: 1884

Acqui Terme (AL)

 Tiro a Segno Nazionale Sezione di Breno

Anno di fondazione: 1862

Breno (BS)

Società Canottieri Limite a.s.d.

Anno di fondazione: 1861

Limite sull'Arno (FI)

 Tiro a Segno Nazionale Sezione di Torino

Anno di fondazione: 1837

Torino (TO)

Tiro a Segno Nazionale Sezione di Genova

Anno di fondazione: 1851

Genova (GE)

 Tiro a Segno Nazionale ''Umberto I'' Sezione di Milazzo

Anno di fondazione: 1882

Milazzo (ME)

S. D. Ginnastica ''Francesco Petrarca''

Anno di fondazione: 1877

Arezzo (AR)

 A.S.D. Itala Ciclismo

Anno di fondazione: 1907

Firenze (FI)

Circolo Canottieri ''Saturnia'' a.s.d.

Anno di fondazione: 1864

Trieste (TS)

 Società Canottieri Intra a. s. d.

Anno di fondazione: 1909

Verbania Intra (VB)

Tiro a Segno Nazionale Sezione di Bracciano

Anno di fondazione: 1885

Bracciano (ROMA)

 Tiro a Segno Nazionale Sezione di Alessandria

Anno di fondazione: 1884

Alessandria (AL)

Accademia Nazionale di Scherma 1861

Anno di fondazione: 1861

Napoli (NA)

 Società Ciclistica Mirandolese A.S.D.

Anno di fondazione: 1903

Mirandola (MO)

Società Canottieri Ravenna a. s. d.

Anno di fondazione: 1873

Savio di Ravenna (RA)

 Ass. Polisp. Dil. ''Pietro Micca''

Anno di fondazione: 1899

Biella (BI)

Tiro a Segno Nazionale Sezione di Spoleto

Anno di fondazione: 1862

Spoleto (PG)

 Tiro a Segno Nazionale Sezione di Arezzo

Anno di fondazione: 1884

Arezzo (AR)

A.S.D. ''Forza e Libertà'' Ginnastica Rieti

Anno di fondazione: 1891

Rieti (RI)

 Tiro a Segno Nazionale Sezione di Empoli

Anno di fondazione: 1859

Empoli (FI)

Società Canottieri Armida a.s.d.

Anno di fondazione: 1869

Torino (TO)

 Tiro a Segno Nazionale Sezione di Vercelli

Anno di fondazione: 1884

Vercelli (VC)

A. S. D. Canottieri Trieste

Anno di fondazione: 1896

Trieste (TS)

 Società Canottieri Lecco a.s.d.

Anno di fondazione: 1895

Lecco (LC)

Società Ginnastica Milanese ''Forza e Coraggio''

Anno di fondazione: 1870

Milano (MI)

 Tiro a Segno Nazionale Sezione di Perugia

Anno di fondazione: 1862

Perugia (PG)

Vallorco Calcio 1912 a.s.d.

Anno di fondazione: 1912

Courgnè (TO)

 Reale Società Canottieri Cerea a. s. d.

Anno di fondazione: 1863

Torino (TO)

Tiro a Segno Nazionale Sezione di Asti

Anno di fondazione: 1883

Asti (AT)

 La Costanza 1884 - Andrea Massucchi A.S.D.

Anno di fondazione: 1884

Mortara (PV)

Tiro a Segno Nazionale Sezione di Caltanissetta

Anno di fondazione: 1884

Caltanissetta (CL)

 A.S.D. Unione Sportiva Braccio Fortebraccio Perugia

Anno di fondazione: 1890

Perugia (PG)

Fanfulla 1874 a. s. d. Ginnastica e Scherma

Anno di fondazione: 1874

Lodi (LO)

 Rowing Club Genovese a. s. d.

Anno di fondazione: 1890

Genova (GE)

Lega Navale Italiana - Sezione di Rapallo

Anno di fondazione: 1903

Rapallo (GE)

 Tiro a Segno Nazionale Sezione di Barletta

Anno di fondazione: 1885

Barletta (BT)

Ginnastica Pavese a. s. d.

Anno di fondazione: 1879

Pavia (PV)

 Circolo Canottieri Irno a. s. d.

Anno di fondazione: 1910

Salerno (SA)

Tiro a Segno Nazionale Sezione di Modena

Anno di fondazione: 1863

Modena (MO)

 Tiro a Segno Nazionale Sezione di Rovereto

Anno di fondazione: 1845

Rovereto (TN)

Tiro a Segno Nazionale Sezione di Siena

Anno di fondazione: 1864

Siena (SI)

 Fondazione ''Marcantonio Bentegodi''

Anno di fondazione: 1868

Verona (VR)

Reale Circolo Canottieri Tevere Remo

Anno di fondazione: 1872

Roma (ROMA)

 Ginnastica Salus a.s.d.

Anno di fondazione: 1902

Seregno (MB)

Polisportiva ''Villa d’Oro'' a.s.d.

Anno di fondazione: 1905

Modena (MO)

 Tiro a Segno Nazionale Sezione di Galliate

Anno di fondazione: 1884

Galliate (NO)

Polisportiva ''Robur'' 1908 a. s. d.

Anno di fondazione: 1908

Scandicci (FI)

 Tiro a Segno Nazionale Sezione di Ora

Anno di fondazione: 1741

Ora (BZ)

Tiro a Segno Nazionale Sezione di Padova

Anno di fondazione: 1884

Padova (PD)

 Club Alpino Italiano - Sezione di Gorizia

Anno di fondazione: 1883

Gorizia (GO)

Fratellanza Ginnastica Savonese a.s.d.

Anno di fondazione: 1883

Savona (SV)

 Società Ginnastica ''Roma''

Anno di fondazione: 1890

Roma (ROMA)

Reale Società Canottieri Bucintoro

Anno di fondazione: 1882

Venezia (VE)

 Tiro a Segno Nazionale Sezione di Foggia

Anno di fondazione: 1883

Foggia (FG)

Tiro a Segno Nazionale Sezione di Candela

Anno di fondazione: 1884

Candela (FG)

 Unione Sportiva Sestri Ponente

Anno di fondazione: 1897

Genova (GE)

Club Sportivo Lys a.s.d.

Anno di fondazione: 1905

Pont Saint Martin (AO)

 Soc. Sport. Dil. Senese ''Mens sana in corpore sano''

Anno di fondazione: 1871

Siena (SI)

Tiro a Segno Nazionale Sezione di Lecce

Anno di fondazione: 1886

Lecce (LE)

 Bocciofila Modenese a. s. d.

Anno di fondazione: 1910

Modena (MO)

Società Bocciofila Centese a.s.d.

Anno di fondazione: 1896

Cento (FE)

 Tiro a Segno Nazionale Sezione di Avigliana

Anno di fondazione: 1886

Avigliana (TO)

Società Canottieri Ticino coop. r. l.

Anno di fondazione: 1873

Pavia (PV)

 Società Ginnastica ''Etruria''

Anno di fondazione: 1897

Prato (PO)

Tiro a Segno Nazionale Sezione di Verona

Anno di fondazione: 1867

Verona (VR)

 Panaro Modena A.S.D. - S.G.S.
(Società Ginnastica e Scherma)


Anno di fondazione: 1870

Modena (MO)

Circolo Scherma Firenze "Roberto Raggetti"

Anno di fondazione: 1908

Firenze (FI)

 Tiro a Segno Nazionale Sezione di Corato

Anno di fondazione: 1884

Corato (BA)

Tiro a Segno Nazionale Sezione di Terni

Anno di fondazione: 1884

Terni (TR)

 Tiro a Segno Nazionale Sezione di Avellino

Anno di fondazione: 1884

Avellino (AV)

Lega Navale Italiana - Sezione di Bari

Anno di fondazione: 1901

Bari (BA)

 Sport Club Marsala s.s.d. a r.l. 1912

Anno di fondazione: 1912

Marsala (TP)

Società Ginnastica Pro Italia a. s. d.

Anno di fondazione: 1890

La Spezia (SP)

 Tennis Club Modena a.s.d.

Anno di fondazione: 1909

Modena (MO)

Club Alpino Italiano - Sezione di Fiume

Anno di fondazione: 1885

Fiume (Croazia) (TS)

 Società Canottieri ''Nino Bixio'' a.s.d.

Anno di fondazione: 1883

Piacenza (PC)

Unione Ciclistica Bergamasca A.S. D.

Anno di fondazione: 1902

Bergamo (BG)

 Liberi e Forti A.S.D.

Anno di fondazione: 1914

Firenze (FI)

Tiro a Segno Nazionale Sezione di Legnano

Anno di fondazione: 1879

Legnano (MI)

 Club Alpino Operaio
(C.A.O.) a. s. d.


Anno di fondazione: 1885

Como (CO)

Circolo Tennis Bologna a.s.d.

Anno di fondazione: 1902

Bologna (BO)

 Carpi Football Club s.r.l.

Anno di fondazione: 1909

Carpi (MO)

Unione Ginnastica Goriziana a. s. d.

Anno di fondazione: 1868

Gorizia (GO)

 Club Alpino Italiano - Sezione di Torino

Anno di fondazione: 1863

Torino (TO)

Tiro a Segno Nazionale Sezione della Spezia

Anno di fondazione: 1884

Sarzana (SP)

 Ginnastica Ardor S. C. S. D.

Anno di fondazione: 1908

Padova (PD)

Tiro a Segno Nazionale Sezione di Reggio Calabria

Anno di fondazione: 1862

Reggio Calabria (RC)

 Società Canottieri Casale a.s.d.

Anno di fondazione: 1886

Casale Monferrato (AL)

Tiro a Segno Nazionale Sezione di Parma

Anno di fondazione: 1862

Parma (PR)

 a. s. d. Fortis Juventus

Anno di fondazione: 1909

Borgo San Lorenzo (FI)

Società Canottieri Lario ''Giuseppe Sinigaglia''

Anno di fondazione: 1891

Como (CO)

 Società Ginnastica Fortitudo A.S.D.

Anno di fondazione: 1901

Bologna (BO)

Palestra Ginnastica Fiorentina Libertas Judo a.s.d.

Anno di fondazione: 1877

Firenze (FI)

 U.C.A.T.
(Unione Ciclo Alpina Torino) a.s.d.


Anno di fondazione: 1907

Torino (TO)

A. S. Rari Nantes Patavium 1905

Anno di fondazione: 1905

Padova (PD)

 Automobile Club Venezia

Anno di fondazione: 1899

Mestre (VE)

Società Ginnastica Persicetana a.s.d.

Anno di fondazione: 1876

San Giovanni in Persiceto (BO)

 Club Scherma Torino

Anno di fondazione: 1879

Torino (TO)

Società Canottieri Ausonia a. s. d.

Anno di fondazione: 1909

Grado (GO)

 Società Canottieri Firenze a.s.d.

Anno di fondazione: 1886

Firenze (FI)

Circolo Canottieri Pro Monopoli

Anno di fondazione: 1902

Monopoli (BA)

 Tiro a Segno Nazionale Sezione di Napoli

Anno di fondazione: 1863

Napoli (NA)

a. s. d. Società Ginnastica Vicentina ''Umberto I''

Anno di fondazione: 1875

Vicenza (VI)

 Società Canottieri Ichnusa a. s. d. - Cagliari

Anno di fondazione: 1891

Cagliari (CA)

Rari Nantes Torino - società sportiva dilettantistica a responsabilità limitata

Anno di fondazione: 1899

Torino (TO)

 Società Nautica Pietas Julia a. s. d.

Anno di fondazione: 1886

Sistiana - Duino-Aurisina (TS)

Accademia d'Armi Musumeci Greco 1878 SSDRL

Anno di fondazione: 1878

Roma (ROMA)

 Tiro a Segno Nazionale Sezione di Biella

Anno di fondazione: 1862

Biella (BI)

Tiro a Segno Nazionale Sezione di Roma

Anno di fondazione: 1883

Roma (ROMA)

 Tiro a Segno Nazionale Sezione di Novi Ligure

Anno di fondazione: 1884

Novi Ligure (AL)

Aero Club Torino

Anno di fondazione: 1908

Torino (TO)

 Unione Sportiva San Vittore Olona

Anno di fondazione: 1906

San Vittore Olona (MI)

Tiro a Segno Nazionale Sezione di Sassuolo

Anno di fondazione: 1889

Sassuolo (MO)

 Società Canottieri Thalatta a. s. d.

Anno di fondazione: 1882

Messina (ME)

Società Ginnastica ''La Patria'' 1879

Anno di fondazione: 1879

Carpi (MO)

 Società Nautica Canottieri Nettuno a.s.d.

Anno di fondazione: 1904

Trieste (TS)

Club Alpino Italiano - Sezione Cadorina ''Luigi Rizzardi'' - Auronzo di Cadore

Anno di fondazione: 1874

Auronzo di Cadore (BL)

 Società Ginnastica ''Andrea Angiulli'' A. S.D. - Bari

Anno di fondazione: 1906

Bari (BA)

Unione Sportiva Ancona

Anno di fondazione: 1905

Chiaravalle (AN)

 Tiro a Segno Nazionale Sezione di Casale Monferrato

Anno di fondazione: 1869

Casale Monferrato (AL)

Palestra Ginnastica Ferrara a.s.d.

Anno di fondazione: 1879

Ferrara (FE)

 Compagnia della Vela a. s. d.

Anno di fondazione: 1911

Venezia (VE)

Tiro a Segno Nazionale Sezione di Veroli

Anno di fondazione: 1884

Veroli (FR)

 Tennis Club Parioli

Anno di fondazione: 1906

Roma (ROMA)

Club Scherma Torino
Vista della sala di scherma all'interno di Villa Glicini,
sede della società.

Società: Club Scherma Torino Presidente: Mario Vecchione
Anno di fondazione: 1879 Numero soci: 200
Regione: Piemonte
Numero tesserati: 180
Sede: Viale Ceppi (Villa Glicini) n.5 Affiliata alle federazioni: FIS, FIT
CAP: 10126 Colori sociali: giallo e blu
Città: Torino Informazioni sugli impianti: circolo sociale, palestre, n. 3 campi da tennis, piscina, campo calcio a cinque, spogliatoi servizi.
Provincia: TO Informazioni sugli sport praticati: scherma, tennis.
Telefono Società: 011.6693383
Telefono Presidente:
Fax: 011.6693247
E-mail Società: direzione@club-schermatorino.it
E-mail Presidente: -
Web: www.clubschermatorino.it
Affiliata UNASCI negli anni: 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018 Informazioni sulle onorificenze CONI ricevute da questa Società: + Collare d'oro al merito sportivo CONI nell'anno 2006
+ Stella d'oro al merito sportivo CONI nell'anno 1967

Socio fondatore: Si

Informazioni storiche sulla Società:

Nel 1879, sotto la presidenza del gen. Conte Colli di Felizzano, venne fondato a Torino il Club di Scherma con la partecipazione dei Principi di Casa Reale e di Sua Altezza Reale il Duca di Aosta, che sottoscrisse quattro azioni di cui una intestata a suo nome e le altre tre ai suoi figli (i Principi Eugenio, Vittorio e Luigi).
Sua Altezza Reale, il Principe di Piemonte, nel 1926 accettò la Presidenza Onoraria del Club di Scherma Torino.
I Presidenti che si susseguirono nella massima carica direttiva del Club di Scherma Torino sono stati molti e tra questi si ricordano: Conte Colli di Felizzano (1879-1884), Conte Cigala (1884-1891), Barone di Sant'Agamo (1891-1912), Marchese Alfonso Ferrero di Ventimiglia (1913-1932), Conte Metello Rossi di Montelera (1934-1936), Ottorino Uffreduzzi (1936-1938), Achille Mario Dogliotti (1938-1956), Aldo Masciotta (1957-1968), Giuseppe Delfino (1968-1974), Nicola Granieri (1974-1998), Roberto Chiari (1998-2000), Luca Morelli di Ticineto e di Popolo (2000-2001), Vannetta Masciotta (2001-2002), Luca Morelli di Popolo (2002-2003) e Mario Vecchione (in carica dal 2003).
La prima sede del Club di Scherma Torino fu a Torino in via dell'Ospedale n. 24 (attuale via Giolitti); dal 1965 il Club di Scherma Torino è presso la Palazzina di Villa Glicini al Valentino.
Straordinaria è la storia sportiva del Club di Scherma Torino nell'ambito di uno sport che per l'Italia è sempre stato ai vertici mondiali.
La ginnastica e la scherma esprimono il fervore culturale e politico della Torino ottocentesca e sono parte attiva nell'evoluzione del costume e di quella che oggi chiameremmo cultura del corpo.
Il 17 marzo 1844 veniva costituita ufficialmente la Società Ginnastica Reale di Torino, la prima d'Italia, e il 18 agosto dello stesso anno si inaugurava la prima palestra d'Italia, tra il Viale del Re ed il Valentino, allo scopo di << promuovere - come recita lo statuto - nel miglior modo possibile gli esercizi ginnastici nella Capitale e nelle Province in ogni classe di persone >>.
In seno alla S. G. R. bisogna inserire la primitiva attività di scherma; infatti nel 1845, venne proposto un vero e proprio corso. L'anno successivo il Conte Ricardi di Netro trovava in zona Valdocco un locale dedicato esclusivamente alla scherma.
Nel 1879, sotto la presidenza del Gen. Conte Colli di Felizzano, veniva fondato a Torino il Club Scherma, per opera di un gruppo di gentiluomini del tempo, con la partecipazione dei Principi di Casa Reale e si stabiliva la sede nel Palazzo Thaon di Revel -in via dell’Ospedale 24- ora via Giolitti.
Dopo la ginnastica ed il canottaggio, in Piemonte, prendeva vita ufficialmente anche la scherma.
Da allora una fervida attività sportiva, intesa nel pieno rispetto di una antica tradizione, costituì la ragione fondamentale della brillante ed incessante ascesa del Club.
Tra coloro che cooperarono alla direzione e all'insegnamento è opportuno ricordare il celebre maestro Pagliuca, caposcuola e autore di un manuale un tempo assai apprezzato. Ricordiamo, poi, il maestro Russo, i maestri Lega, Schepisi e Bonioli, e, primo per l'amore con cui dedicò alla fortuna del Club i trentatré anni più fecondi della sua inesauribile attività, Luigi Colombetti.
Nei primi anni del XX secolo, in Francia, era nata una nuova specialità schermistica: la spada; nel decennio successivo essa veniva introdotta da Luigi Colombetti a Torino e da Guseppe Mangiarotti a Milano.
Anche Marcello Bertinetti, vincitore di 4 medaglie olimpiche, ricorda, in un prezioso e raro opuscolo, scritto di suo pugno,: << Colombetti fu uno dei primi maestri in Italia, forse il primo, a dedicarsi allo studio della spada e abbiamo visto come. Fu Renaud, durante la sua permanenza a Torino nel 1901, che lo iniziò ai primi elementi della scherma da terreno. Non tardò molto ad eccellere anche in questa arma. Noi dilettanti non conoscevamo la spada. Fu Colombetti a istradarci su quella via >>.
In breve tempo gli insegnamenti contribuirono a crescere la notorietà del Circolo torinese, teatro di spettacolari sfide storiche. Ricordiamo quelle di Agesilao Greco, Masaniello Parise, Eugenio Pini, i fratelli Michele ed Edoardo Alajmo, Jean Joseph Renaud, Aldo Nadi e altri; tirarono in assalti memorabili Gaudin, Piquemal, Delevoye e numerosi olimpici delle vecchie e delle nuove generazioni, che ambivano tutti a misurarsi con i soci del club e ad apprendere l'arte dei loro maestri.
Le Olimpiadi dei primi decenni del Novecento furono la grande occasione e il luogo privilegiato per la verifica dei valori in campo. Un socio di rilievo del Club, Paolo Ignazio Thaon di Revel, campione d'Italia nel 1920 e nel 1921, conquistò la medaglia d'oro nella spada a squadre alle Olimpiadi di Anversa del 1920, insieme a Nedo e Aldo Nadi, Abelardo Olivier, Dino Urbani e Tommaso Costantino.
Paolo Ignazio Thaon di Revel, anche dopo la giovanile stagione atletica continuò il suo appassionato impegno nel mondo dello sport, tanto che in qualità di delegato italiano del CIO fu promotore dei giochi olimpici di Roma (1960).
Sempre nella spada, alle Olimpiadi di Parigi del 1924, era medaglia di bronzo l'ingegnere Giovanni Canova, in squadra con Bertinetti, Cuccia, Basletta, Mantegazza e Moricca. Nella stessa Olimpiade conquistava la medaglia d'oro nella sciabola a squadre anche un altro socio, il maggiore Renato Anselmi, che si sarebbe distinto nella stessa specialità con due nuove medaglie d'argento, ad Amsterdam nel 1928 e a Los Angeles nella X Olimpiade del 1932.
Il Club, nel corso della sua storia, affrontò momenti di difficoltà che furono però sempre brillantemente superati e permisero di consolidarne la struttura e rafforzarne il prestigio.
Negli ultimi decenni dell'800 i problemi riguardavano essenzialmente il reperimento degli spazi adatti alle gare, l'istituzione di incontri e di tornei, la scelta dei maestri e, non ultimo, nel 1933 il reperimento di giovani nei ruoli dirigenziali. Il presidente marchese Ferrero di Ventimiglia, dopo essere stato in carica 19 anni, diede le sue irrevocabili dimissioni e a sostituirlo fu il prof. Achille Mario Dogliotti, celebre chirurgo torinese, socio dal 1924 e campione piemontese di fioretto negli anni '28-'30. Il neo neoeletto contribuì a consolidare le fortune del Club e in seguito occupò la carica di presidente dal 1938 al 1956.
Il vero e drammatico problema furono le bombe della seconda guerra mondiale: la sede di via Ospedale fu colpita, le strutture e le attrezzature furono distrutte e la Società di fatto dispersa.
Ma ecco il 1953. La vecchia "Palazzina delle Glicini", un edificio carlalbertino di elegante fattura neoclassica, ubicato nel Parco del Valentino, fu strappata al polveroso oblio e venne restaurata, ampliata e trasformata opportunamente dall'architetto Aldo Morbelli.
Il CONI, a proprie spese, attrezzò la palazzina per farne un centro schermistico all'avanguardia, creando anche i campi da tennis e la piscina, tutt'ora esistenti, e la consegnò al Comune di Torino.
Come citato infatti nella “Convenzione tra la Città di Torino e il C.O.N.I. per la ricostruzione dell’area e della Palazzina delle Glicini al Valentino” stipulata in Torino il 5 agosto 1954;
<<… premesso che la Giunta Esecutiva del C.O.N.I. con la sua delibera del ventotto-ventinove ottobre millenovecentocinquantatrè, ha assegnato al Comune di Torino un prototipo di impianto sportivo per la scherma rispondente alle esigenze di tale disciplina sportiva; … in esecuzione della deliberazione del Consiglio comunale 4 maggio 1954 … si conviene quanto segue in merito alla ricostruzione dell’area e della Palazzina delle Glicini al Valentino:
- Primo: La città di Torino consegna temporaneamente al Comitato Olimpico Nazionale Italiano – CONI – in persona del suo rappresentante Delegato Provinciale per la costruzione dell’impianto di cui alle premesse, gli immobili appresso descritti …
- Secondo: Il Comune di Torino si impegna a mantenere per venticinque anni sia alla Palazzina delle Glicini trasformata come detto sopra, sia ai campi di gioco e relativi spogliatoi, la destinazione sportiva per ottenere la quale il C.O.N.I. provvede alle opere suddette… Dopo la scadenza di tale periodo il Comune di Torino potrà mutare la destinazione dell’immobile purché provveda preventivamente a costruire a sue spese in Torino altro impianto analogo in base a progetto approvato dal CONI ai sensi della legge 2 giugno 1939 numero 739...>>
Tale convenzione con il Comune di Torino è stata nel tempo concordemente rinnovata ed è attualmente prorogata fino al 2021.
“Villa Glicini” è censita nella pubblicazione del Comune di Torino “Sport e Tempo Libero” del 21 marzo 2014 (aggiornato il 13 Maggio 2014) tra gli “Impianti sportivi di eccellenza”, e tra gli impianti che “rappresentano beni architettonici a rilevanza storico monumentale”.
Il “Club Scherma – Le Glicini”,sede del Club Scherma Torino dal 1954, è inoltre annoverata nell’elenco dei Beni Culturali Ambientali nel Comune di Torino (al n 31; Tav. 58 (2.2.5) come “Edificio di valore documentario e ambientale, esempio del gusto ecclettico ottocentesco. Costruito nel 1844” (www.museotorino.it).
Nel dopoguerra, con l'appoggio dell’èlite cittadina, degli Agnelli, dei Focardi, dei Treves e con l'impegno dei vecchi soci quali il professor Dogliotti,il conte Gabrielli di Quercita, lo sciabolatore Filogamo, l'intramontabile maestro Colombetti, ed il conte Thaon di Revel, si gettava il seme di una vera e propria rinascita che in breve tempo avrebbe prodotto successi e nuovi allori.
Sul piano tecnico si puntava in alto: il direttivo del Club, con l'aiuto della Federazione di Scherma, ingaggiava uno dei più famosi maestri, l'ungherese Bela Balogh, che assumeva la direzione del circolo affiancato dal suo fortissimo allievo Mikla e consigliato dal vecchio, ma sempre lucido e valido, Colombetti. L'altissimo livello didattico e il carattere internazionale erano confermati dall'apporto delle migliori lame d'Europa, fior di maestri che forgiavano i nuovi campioni: oltre a Balogh, il maestro per antonomasia che insegnava con uguale bravura il fioretto, la spada e la sciabola, era ungherese anche il maestro Janos Kevey, chiamato a Torino, insieme a Dario Mangiarotti, dal presidente Masciotta negli anni Sessanta, per rinnovare i ranghi e dare un'impronta di modernità alla scuola; polacco invece il maestro Egon Franke, a cui veniva affidato il settore del fioretto sino alla stagione 2004 - 2005.
Fin dagli anni 50 si cominciavano a vedere gli effetti della riorganizzazione del circolo, finalizzata a formare nuove forze giovanili. Anche la Federazione, in quel periodo, avvertiva la necessità di favorire un ricambio generazionale all'altezza della tradizione e cercava di fare del Gran Premio di Società il momento di fusione di tutti i campionati nazionali e di crescita delle migliori nuove leve del paese.
In questo contesto di accesa e vivace competizione tra le varie società del paese, il Club Scherma Torino si affermava conquistando 11 scudetti tricolori e altrettanti Trofei "Nedo Nadi": un record impareggiabile ed un vero e proprio dominio dal 1957 al 1968, interrotto solo nel '59 dallo scontro tra il presidente Masciotta e il maestro Balogh, culminato dall'allontanamento di quest'ultimo.
E poi i Giochi Olimpici di Roma 1960. Finalmente, dopo il fallito tentativo del 1908, Roma riusciva ad ospitare il grande evento sportivo che più si rifaceva alla memoria del mondo antico. Le pedane olimpiche del Palazzo dei Congressi all'Eur divengono così il palcoscenico dei grandi della scherma mondiale e delle loro imprese.
Per Giuseppe Delfino, il campione per eccellenza del Club di Torino, che ha ormai 39 anni ed è sulla breccia da un decennio, quella di Roma è l'ultima possibilità per conquistare la medaglia d'oro nella spada individuale, dopo essersi piazzato secondo alle spalle di Pavesi a Melbourne 1956, e proprio a Roma sale sul gradino più alto del podio sia nella spada individuale sia nella spada a squadre.
Il Club Scherma Torino rappresenta un centro di interesse sportivo di eccellenza per la Città e nel ripercorrere la propria storia può vantare non solo il grande prestigio di cui gode in Italia e in Europa ma anche successi e riconoscimenti a tutti i livelli.
Il Club Scherma Torino tra gli allori può contare 27 medaglie olimpiche, 43 mondiali, 50 ori conquistati nei Campionati Italiani a squadre e 35 nei Campionati Italiani individuali.
Il palmares vanta ben 8 titoli olimpici e 22 mondiali.
Nel 1990 il Club di Scherma Torino ha festeggiato il duecentesimo titolo conquistato con vittorie conseguite nei Giochi Olimpici, nei Campionati Mondiali, nelle Coppe del Mondo e nei Campionati Italiani di tutte le discipline schermistiche e di varie categorie, dalla assoluta alle giovanili, ai master.
Sulle sue pedane hanno gareggiato atleti del calibro di Giuseppe Delfino, che ha svolto anche un ruolo di Presidenza, di Giorgio Anglesio e di Cesare Salvadori e si sono forgiati molti azzurri quali Nicola Granieri, Mario Ravagnan, Roberto Chiari, Arturo Montorsi, Mario Vecchione, Carlo Calzia e Francesco Rossi, per citarne alcuni. In campo femminile spiccano, tra gli altri, i nomi di Vannetta Masciotta, Consolata Collino e Laura Chiesa.
Dal dicembre 2006 il Club è stato designato dalla F.I.S. “Centro Federale di fioretto per il Nord Italia”; inoltre, per la prima volta, gli è stata affidata l'organizzazione di una tappa della “Gara Nazionale Master delle sei armi”, che i vertici del Circolo torinese hanno deciso di dedicare al loro Vicepresidente recentemente scomparso, Cav. Mario Ravagnan.
Nella stagione agonistica 2005/2006 ha organizzato al Palaruffini i Campionati Italiani Assoluti,individuali ed a squadre.
In occasione dei Campionati del Mondo di Scherma (Torino 2006) ha ospitato gli allenamenti collegiali delle squadre nazionali italiana e spagnola.
Il Club Scherma Torino dedica la massima attenzione ai piccoli e giovani schermitori che dal 2003 ad oggi hanno calcato le pedane del Club in oltre 35.000 e nel vivaio sono cresciuti atleti che hanno rivestito la maglia azzurra rendendo onore alla Federazione, all’Italia ed alla Città di Torino.


Informazioni sui volumi a disposizione da questa Società:

+ Flash - Numero Unico per il Centenario 1879 -1979 Volume sociale





Ultimo aggiornamento: 16/12/2018

Collegati al sito in questo momento:
Visitatori 1
Utenti registrati 0
Informativa UE n. 2016/679 (GDPR)
  Privacy e cookies policy

UNASCI Social

Notizie dall'UNASCI

  • 2016-12-31

    anno 2016: sedicesimo anno di attività. Un anno memorabile!
  • 2015-12-31

    2015: il quindicesimo anno di attività dell'UNASCI è stato un anno importante e significativo per l'Unione.
  • 2015-06-06

    Cerimonia per la Celebrazione del 15^ Anniversario della Fondazione dell'UNASCI conclude i primi sei mesi di intensa attività dell'UNASCI nel 2015.
  • 2014-12-30

    Anno 2014: bilancio di un altro anno di attività dell’UNASCI.
  • 2014-03-28

    Leopoldo Raoli, Consigliere Nazionale UNASCI, insignito della Stella d’Oro al Merito Sportivo del CONI.

CONI