Circolo Sciatori Madesimo (Sci Club Madesimo)

1911

Italo Pedroncelli (nato 23.11.1935 - deceduto 24.12.1992): olimpionico e presidente della società dal 1983 al 1987.

      

Informazioni aggiuntive

Società

Circolo Sciatori Madesimo (Sci Club Madesimo)

Anno fondazione

1911

Sede

Via degli Argini 4

CAP

23024

Città

Madesimo

Provincia

SO

Regione

Lombardia

Telefono Società

0343.56105

Fax

0343.56105

E-mail Società

info@circolosciatorimadesimo.it

Numero soci

250

Numero tesserati

150

FSN/DSA/EPS

FISI

Discipline

sci alpinismo

Impianti

sede sociale

Affiliato UNASCI

SI

Affiliata UNASCI negli anni

2011

Pagamenti

Stella d'argento

SI

Anno Stella d'argento

1987

Presidente

Alberto Beretta

Telefono Presidente

348.3154040

E-mail Presidente

alberto.beretta@fratelliberetta.com

Socio fedele

SI

Il Circolo Sciatori Madesimo sorge nel 1911 in occasione delle prime gare di sci per iniziativa di alcuni operatori locali e di turisti frequentatori di Madesimo, allora rinomata stazione climatica per le sua acque termali. Inizialmente si chiamava Ski Club Vallespluga – Madesimo, poi, nel giro di breve tempo, la dominazione si modificò in Sci Club Madesimo, successivamente in Gruppo Sciatori Madesimo ed infine in Circolo Sciatori Madesimo.
Purtroppo non è possibile ricostruire con precisione la storia di una così lunga attività, in quanto le vicende della Seconda Guerra Mondiale portarono alla distruzione del prezioso Archivio dello Sci club.
E' comunque fuori discussione che il lavoro svolto dal Sodalizio ha contribuito notevolmente all'affermazione di Madesimo quale rinomata località sciistica a livello nazionale ed internazionale.
La locale Scuola di sci deve infatti la sua nascita ufficiale all'allora Sodalizio sportivo come si deduce dalla lettera datata 2 gennaio 1938 in cui la F.I.S.I comunicava all'allora presidente Erminio Scaramellini l'autorizzazione per la costituzione di una Scuola di sci denominata " FISI – Scuola di sci Madesimo", specificando che " …. detta Scuola dovrà essere organizzata sotto il patrocinio del Gruppo Sciatori Madesimo e dovrà funzionare sotto il controllo tecnico del Direttivo in base agli indispensabili principi di disciplina e di unità d'insegnamento presenti nella varie circolari FISI …"
L'attività del Circolo Sciatori Madesimo si ampliò con l'organizzazione di importanti competizioni sportive di alto livello Nazionale ed Internazionale tra cui i primi Campionati di sci del dopoguerra che segnarono la ripresa dello Sport agonistico.
"F.I.S.I. – Circolo Sciatori Madesimo – Campionati Nazionali Assoluti di Sci . 13-17 febbraio 1946": questa é la dicitura del timbro ufficiale della Manifestazione con cui venivano ufficializzate tutte le Classifiche (per gli amanti delle statistiche tra i vincitori vi fu Zeno Colò).
Al Circolo fu affidata l'organizzazione dei Campionati Assoluti nuovamente nel 1965, anno in cui iniziò a prendere forma il progetto di quella che sarà la manifestazione che più sta a cuore a madesimini e non: la Jugend Cup.
Era, infatti, l'inverno 1965/1966 quando i componenti dell'allora Consiglio Direttivo, unitamente all'Ing. Gianmauro Nova pensarono di ideare una gara Internazionale dedicata ai ragazzi, coinvolgendo le cinque Nazioni dell'Arco Alpino. L’importante impegno organizzativo si concretizzò il 2 aprile del 1966 con la disputa, sulle nevi di Madesimo, dei primi "Giochi invernali dei bimbi". Su invito della FISI tale denominazione venne successivamente modificata in "Jugend Cup". Numerosi sono i campioni che hanno legato il loro primo successo internazionale nell'ambito dello sci alla Jugend Cup: lo svizzero Pirmin Zurbriggen è uno di questi, ma la vera storia di questa manifestazione è fatta dalle migliaia di ragazzi che in tutti questi anni sono passati sotto lo striscione d'arrivo.
La manifestazione si svolge regolarmente ogni anno a rotazione nelle varie località che hanno aderito a questa iniziativa fin dal suo sorgere: Courchevel per la Francia, Saas Fee per la Svizzera, Oberstdorf per la Germania, Schruns per l'Austria.
Non vanno altresì dimenticate le numerosissime edizioni del "Gigantissimo del Canalone", manifestazione che si svolge sulla mitica pista " Canalone" inserita nella Guida " Le cento più belle piste d'Europa", edita dalla nota case editrice Hoepli e definita dal giornalista scrittore Dino Buzzati un'opera d'arte della natura. Il "Gigantissimo" è una gara di Slalom Gigante di 5 Km. con circa 120 porte direzionali, partenza dai 2.880 del pizzo Groppera ed arrivo ai 1.940 metri dei Pian dei Larici, che ha visto ai nastri di partenza nomi illustri quali Kristian Gedina, Richard Pramotton, Alessandro Fattori, Lara Magoni unitamente alle atlete di casa Giovanna Gianera, Laura e Betty Biavaschi.
Elencare tutti coloro che in questi lunghi anni hanno ricoperto la carica di Presidente del Circolo, dall'Avv. Amerigo Del Curto (primo Presidente) all'attuale Alberto Beretta, è un'ardua impresa, ma il nome Italo Pedroncelli, primo grande atleta e poi Presidente del Sodalizio, rimane un dolce e commosso ricordo al quale tutti i madesimini si sentono legati.
Pedroncelli era un atleta dotato di un'ottima tecnica che gli ha permesso di primeggiare sia nelle discipline tecniche che in quelle veloci, iniziò a sciare sotto la guida di Stefano Sertorelli, arrivando a far parte della Nazionale Azzurra per ben 13 Stagioni agonistiche, vincendo un titolo di Campione del Mondo militari e partecipando ai Campionati del Mondo in Cile nel 1958 e a ben 3 Olimpiadi: Cortina 1956, Squaw Walley 1960 (11° posto in slalom, 19° in gigante e 24° in discesa) e Innsbruck 1961 (11° in slalom e 18° in gigante). Sono numerosissime le sue vittorie e podi nelle varie competizioni nazionali ed internazionali, ma la sua vittoria più prestigiosa rimane quella sulla mitica pista 3 TRE di Madonna di Campiglio. Purtroppo, anche per un pizzico di sfortuna, non è mai riuscito a fregiarsi di un titolo italiano di specialità, ma nel suo palmares figurano ben 9 secondi posti in questa manifestazione. Al termine della sua carriera agonistica intraprese quella di allenatore e maestro di sci: per due anni tecnico della Nazionale Azzurra femminile, successivamente di quella Brasiliana, e in seguito divenne responsabile tecnico dei materiali del mitico Gustav Thoeni per la Ditta Spalding-Persenico di Chiavenna, ideando, primo in Italia, una pista di prove per test di materiali (sci e scarponi) a Madesimo. Al termine di questa luminosa carriera di sportivo e di tecnico, è ritornato nella sua Madesimo mettendo a disposizione dei ragazzi del luogo e della locale Scuola di sci le sue doti umane e sportive, insegnando ai ragazzi, tra i quali ricordiamo l'azzurra Elisabetta Biavaschi, prima di tutto ad amare lo sci quale sano divertimento sportivo per poi avvicinarli gradatamente all'agonismo, senza però dare un'ossessiva importanza al risultato. Ancora oggi, benché la sua prematura scomparsa sia avvenuta nel 1992 all'età di 57 anni, per quei giovani Italo è un dolce ed affettuoso ricordo.
Per degnamente ricordarlo a lui è intitolato il "Palio Madesimino", la gara a squadre di Slalom Gigante, che ideò nel 1988 con lo scopo di coinvolgere tutto il paese, turisti e residenti, in un'occasione di festa in amicizia.
Il Circolo Sciatori, come nel passato, si occupa tuttora della preparazione sciistica dei ragazzi non solo di Madesimo, ma anche di coloro che scelgono Madesimo per la loro vacanza invernale. Fra gli atleti che hanno ottenuto importanti risultati dando lustro al palmares del Circolo, si segnalano: il già citato Italo Pedroncelli, Lidia Pedroncelli (campionessa italiana nel 1960), Andrea Fiume (Campione italiano allievi nel 1967 ), Luigi Pilatti (Campione italiano militari nel 1979), Elisabetta Pilatti (Campionessa italiana studenti nel 1985), Giovanna Gianera (Nazionale A e Campionessa italiana di slalom speciale nel 1991), Laura Gianera (Nazionale A e Campionessa italiana Juniores e vincitrice di una Coppa Europa di Carving), Andrea Pilatti (Campione italiano cittadini nel 2000) ed Elisabetta Biavaschi.
Attualmente il Circolo Sciatori Madesimo è stabilmente ai primi posti nelle competizioni a livello Provinciale e numerosi sono i suoi atleti che ogni anno ottengono la qualificazione per partecipare alle Fasi Finali dei Campionati Regionali ed Italiani di categoria; questi soddisfacenti risultati sono il frutto del lavoro svolto da un ottimo staff tecnico.
A questi "Campioni" fanno degna cornice i numerosissimi ragazzi che in tutti questi anni hanno indossato i colori giallo e blu del Sodalizio ed è anche per merito loro se, per l'attività svolta, il Circolo Sciatori Madesimo è stato insignito nel 1988 della Stella d'argento del CONI e nel 1990 della Croce d'Oro al merito Sportivo della F.I.S.I.