A S. ”Comini” 1885 Padova Scherma

1885

Berlino anni Trenta del Novecento Manifestazione all'aperto di allieve di Italo Comini (si noti che le fiorettiste indossano ancora la gonna).

      

Informazioni aggiuntive

Società

A S. ''Comini'' 1885 Padova Scherma

Anno fondazione

1885

Sede

Via Montà 98

CAP

35136

Città

Padova

Provincia

PD

Regione

Veneto

Telefono Società

335.8325960

Fax

049.632287

E-mail Società

ascomini@federscherma.it

Numero soci

70

Numero tesserati

55

FSN/DSA/EPS

FIS

Discipline

corsi propedeutici alla scherma per studenti scuole medie, liceo ed adulti, scherma (sciabola e fioretto)

Impianti

sala scherma, servizi., spogliatoi

Colori sociali

azzurro Savoia e bianco/rosso

Affiliato UNASCI

SI

Affiliata UNASCI negli anni

2007, 2008, 2009, 2010

Pagamenti

, , ,

Presidente

Antonio De Danieli

Telefono Presidente

335.8325960

A raccontarla sembra una favola, invece è una storia vera dei nostri giorni, lunga 120 anni, e parla della Comini nata a Padova nel 1885.
…Correva l’anno 1882 quando un giovane maestro di scherma, nato a Col di Lama in provincia d’Ascoli Piceno e diplomato all’Accademia Magistrale di Roma, dismessi i panni di seminarista perché folgorato da un’inarrestabile passione per l’arte della scherma, venne a Padova per insegnare l’uso della sciabola ai cavalleggeri del Regio Esercito.
Tre anni dopo aprì, insieme alla moglie, maestra di danza, una sala di scherma e danza. Nacque così ufficialmente 1”Accademia di scherma, ginnastica e danza Giuseppe Comini” con sede in Via del Padovanino.
Negli anni, la sede si sposterà in via Dante e poi in via Carlo Dottori.
La tradizione dell’Accademia Comini durerà tre generazioni, dal fondatore Giuseppe al figlio Guido, al nipote Pino nazionale di sciabola, medico, che alla morte del padre volle continuarne l’opera. La scherma, uno dei primi sport riconosciuti nelle Olimpiadi moderne, è stata l’attività che ha dato il maggiore risalto e soddisfazioni alla Comini.
Da allora la Storia è passata attraverso le sue sale da scherma e in 120 anni i suoi atleti sono stati protagonisti sulla scena nazionale e mondiale esaltando la gloria sportiva della nostra città.
Tra i campioni che hanno regalato a Padova i massimi allori mondiali e olimpionici: Pinton, Darè, Racca, Turcato, i fratelli Narduzzi, Benvenuti e la campionessa olimpionica Irene Camper. Negli anni più recenti gli olimpionici: Dalla Barba, Marco Marin e Francesca Bortolozzi che hanno iniziato con il maestro Guido Comini la loro esaltante carriera sportiva.
Ed è proprio Francesca Bortolozzi un luminoso esempio dell’Accademia. Prima allieva, poi campionessa olimpionica e poi mondiale, moglie e madre, oggi è maestra della Comini 1885 dove trasferisce ai giovani allievi la sua fantastica esperienza atletica e di vita.
Altrettanto significativo è l’esempio di Gastone Gal. Ex-allievo dell’Accademia, filosofo e scrittore, è ora “il maestro per eccellenza” della Comini 1885.
Due delle tante storie iniziate dentro alla Comini e diventate poi luminosi esempi umani e sportivi.
Dal 2004 la Comini ha ripreso nuovamente a correre e regalare splendide sorprese. Oggi l’A.S. Comini 1885 continua la tradizione, impegnata con i suoi giovanissimi atleti e suoi insegnanti a crescere insieme per raggiungere importanti obiettivi. E pensare che la Comini viene da lontano, come nelle favole.
Tra gli ex comininiani Padovani illustri che hanno frequentato l’Accademia Comini sono da ricordare: Azin Francesca – Baggio Edoardo – Barbato Enrico – Barbi Sergio – Barbieri Luigi – Bastianello Giorgio Bean Massimo – Bellarmino – Benetello Walter – Benettolo Eugenio Luigi – Benettolo Giorgio -Benettolo Paolo – Benvenuti Guido – Berti Andrea – Bertolini Giuseppe – Bianchivi Corrado – Bonazzi Franco – Bortolami Piera – Bortolami Matteo – Bortolozzi Sorella Francesca – Bortolozzi Lino – Bosello Ottavio -Brogin Paola -Brombin Marco – Brombin Marzia – Busi Carlo Alberto – Caccia Giuseppe – Camper Irene – Candusso Roberta – Cavalca Antonio – Cavalca Massimo – Cavalla Francesco – Cerutti Luca – Colbacchini Daciano – Comello Aldo – Comini Giuseppe – Corvo Carlo -Dal Zotto Luciano – Dalla Barba Gian Franco – De Carlo Nicola Alberto – De Danieli Antonio – De Falsi Negrelli Giampiero – De Marco Claudio – De Nobili Emilio – Di Blasi Tommaso – Dolcini Chiara – Fares Norberto – Ferraro Gianni – Ferraro Edoardo – Ferraro Franco – Ferro Pierluigi – Fiorati Michele – Fiores D’Arcais Franco – Foti Federico – Frattina Filippo Furlan Margherita – Gal Gastone – Giacomelli Guia – Gottardo Giuseppe – Gottardo Mattia – Gottardo Stefano – Guelfi Ugo – Lazzaro Nicoletta -Lenci Giuliana – Lenci Giuliano – Lentini Franco – Libera Darling – Luxardo Franco – Marchesi Cristina – Marchi Lucio – Marcolongo Andrea – Marcolongo Stefano – Marenesi Ada – Marin Marco – Martignani Emanuele – Martines Michele – Mazzarolli Leopoldo – Milani Caterina – Nalesso Gianluca – Narduzzi Paolo – Nastasio Liangela – Nomito Mauro – Numa Mauro – Pace Domenico – Pagnossin Francesca – Pancotto Paolo – Paratore Santina – Parenzo Gianni -Parpinelli Marcella – Parpinelli Monica – Pellegrini Francesco – Penala Piera – Pilitteri Emanuela – Pisent Gualtiero – Pisent Andrea -Pizzi Gian Bepi – Quaggiotti Vittorio – Racca Busacca Mrgherita – Randi Maria Luigia ~ Rapisardi Giovanni – Ravagnan Antonella – Ricci Maria Carla – Riello Pier Luigi – Riello Marilena – Rigonfi Garola Giovanni -Riondato Silvio – Rizzo Renato – Romanin Jacur Paolo – Samperi Jadran Gregory – Scifoni Ruggiero – Secchi Filippo – Sguotti Francesca – Sguotti Paolo – Simonetto Alberta – Simonetto Patrizia – Soldi Enrico – Stefani Lorenzo – Susmel Andrea – Turcato Luisa – Turcato Carlo – Vettore Loris – Vigliani Antonia – Volpato Roberto – Zanata Roberto – Zancato Antonio – Zotti Minici Carlo Alberto – Zotti Isabella – Zub Ryszard Fam. Rampin